fbpx
Surf Travel Blog by Grillo, traveling Kitesurf Instructor
Statua Super Kitsch di una divinità che fa surf

Bali, l’Isola degli Dei? Opinioni su Bali, le mie impressioni dopo averla sognata per anni.


Bali, in Indonesia, è una destinazione molto in voga da ormai parecchi anni, (MOLTO in voga).

Spiagge bianche, mare azzurro, onde perfette per il surf, cibi ed animali esotici, templi, yoga, spiritualità, ma anche festa sfrenata e promiscuità… la piccola Bali offre qualcosa ad ognuno, ed a prezzi bassissimi. Tant’è che la maggiorparte dei turisti e viaggiatori che incontrerete vi si fermano per vacanze piuttosto lunghe, dalle tre settimane in sù.

 

Ma è tutto oro quel che luccica?

 

Appena rientrato da un soggiorno di due mesi descrissi Bali in questa maniera:

“Bali è quella ragazza a cui stavi dietro quand’eri a Scuola, era la più bella dell’istituto e tutti la desideravano. Era il tuo sogno.

 Ma un giorno, un altro arrivò prima di te, il fichetto di turno, uno che se la voleva solo fare, uno per cui lei non era speciale, era una come le altre. Non gli importava nemmeno se una ragazza teneva tutte le dame nell’ultima fila o no. E a te, si ruppe la magia.

 Tutto sommato lei a te piaceva ancora, e sognavi ancora di uscirci. Ma poi ne arrivò un altro, ed un altro ancora, finchè se la fecero tutti tranne te, e l’immagine che avevi di lei se ne andò per sempre.

 Se la incroci per strada adesso la vedi invecchiata, con il trucco pesante e vestita troppo da ragazzina per la sua età”.

 

Com’è realmente Bali al giorno d’oggi

Oggi, a Bali, le spiagge paradisiache sono costellate nella stessa quantità da ragazze in bikini e dalla spazzatura portata dal mare, soprattutto bottiglie di plastica.

Eco-mostri, ristoranti e negozi, sfregiano le baie e le scogliere bianche a picco sul mare.

E poi la decadenza: a Balangan beach ho fatto il bagno in una infinity-pool che dava su una specie di fogna a cielo aperto.

Il traffico è fuori controllo (un vero incubo) e ovunque cercheranno di venderti di tutto, a volte cercando di truffarti.

I Balinesi sono un popolo mansueto e amichevole, ma anche scaltro, ed hanno capito presto come gira il mondo. Ogni prezzo va comparato e negoziato, ma non sono molti quelli che resistono alla tentazione di fregarti, non fosse altro che per una manciata di centesimi.

 

Non è colpa mia, né tua, ma credo che siamo tutti colpevoli quando compriamo magliette per tre dollari.

 

Statua Super Kitsch di una divinità che fa surf
Penso che questa immagine descriva meglio cosa ha fatto “Bule” (l’uomo bianco) sull’isola di Bali. Una gigantesca statua di kitch, di fronte a un mucchio di cavi elettrici. Ti fa pensare a chi potrebbe piacere qualcosa del genere.

Conclusioni

 Quindi mi stai dicendo che non devo andare a Bali?

 No, anzi.

Se me lo chiedi, Bali è uno dei posti più belli dove io sia mai stato, e conto di tornarci.

Incoerenza?

Non direi, ci devi andare a Bali, ma ti sto solo avvisando arrivi tardi, sia io che te avremmo dovuto andarci almeno 15 o venti anni fa.

Ma il punto è proprio questo a Bali: qualsiasi persona che incontri che ci vive da un po’ o che non è al suo primo viaggio ti dirà che dovevi andarci prima. “Due anni fa costava meno, 5 anni fa c’era meno gente, 10 anni fa era meno costruito, 15 anni fa non c’era niente…”

E quindi cosa dovresti fare? Non andare mai in uno dei luoghi più mistici e belli del mondo? No, semplicemente sii cosciente del fatto che non visiterai un luogo vergine ed incontaminato, e che con un aereo che atterra in media ogni 15 minuti, non sarai solo.

 

Leggi i miei consigli per visitare Bali sulla relativa Scheda Destinazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.