fbpx
Surf Travel Blog by Grillo, traveling Kitesurf Instructor
Modelli di barchette dietro ad una finestra

Una Nave è più Sicura nel Porto

“Una Nave e’ più sicura nel porto, ma non e’ per questo che le barche sono state costruite”.

John Augustus Shedd

 

Questa è forse la frase che in assoluto mi ha motivato di più a viaggiare. Citata anche da Paulo Coelho nei sui libri, è un chiaro e deciso invito ad uscire dalla tua Comfort Zone. John Augustus ti esorta così a lasciare il certo per l’incerto, a salpare dal porto che ti fa sentire protetto (ma che forse un po’ ti annoia) e navigare verso l’ignoto.

 

Ti farai male? Forse.

Ti metterai nei guai? Probabilmente.

Finirai per perderti? Sì. E guardando indietro sembrerà divertente.

Riuscirai a tornare indietro? Sì, e non sarai più lo stesso.

 

Perché le barche sono sì dei bei oggetti, ma non sono state concepite per rimanere attraccate, un po’ come i pesci nel tuo acquario, o come un cane da caccia in un monolocale in centro.

Ma cos’è il porto?

Lo sai. La famiglia, le persone che frequenti, il tuo ufficio, la tua scrivania, le tue incombenze e abitudini. Non ti preoccupare, non andranno da nessuna parte, saranno lì ad aspettarti quando torni; se ci sarà ancora posto a bordo per loro, dopo il tuo viaggio, perché spesso si torna un po’ più selettivi.

Ma senza drammatizzare o pensare a grandi imprese, potrebbero anche capitarti situazioni inconsuete, come essere invitato a fare un giro in barca, una barca che non sta nel porto, ma che deve essere calata con un furgone…

barca e rimorchio
Vieni a farti un giro in barca? L’imbarcadero del porticciolo di Raglan, Nuova Zelanda.

 

Il Coraggio di Rischiare

Di recente ho letto il libro Il Coraggio di Rischiare (Titolo originale: “Screw it, let’s do it”) di Richard Branson, patron della Virgin. Nel libro racconta come, già imprenditore di successo e con una famiglia, continuasse a imbarcarsi in avventure a rischio della vita, quali attraversare l’Atlantico in barca prima e su un pallone aerostatico poi. Una volta che trovi quella spinta dentro di te sarà difficile perderla, è una malattia che dura per tutta la vita.
Ma in certi momenti è anche bene ricordarsi che è giusto averla quella spinta, perché ogni volta che tornerai al porto, ti troverai a rapportarti anche con coloro che quel porto non l’anno mai provato a lasciare e che ti esortano a restarci.

Anche per questo mi son preso quel libro, e per questo esiste questa sezione sulle frasi motivazionali. Per ispirarti.

Puoi trovare Il Coraggio di Rischiare  seguendo il link, buon viaggio.

Ps: Se decidi di mollare il tuo lavoro e spendere tutti i tuoi soldi spassandotela in giro per il mondo, poi non provare a farmi causa, ahah!

 

"Il Coraggio di Rischiare" - Richard Brandson
“Il Coraggio di Rischiare” – Richard Brandson

 

Credits:

La foto delle barche in copertina è di Charlie Harutaka, l'altra è mia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.